DONNAVVENTURA a Dubai, dove tutto si può, anche l'impossibile

Dubai è uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti. Si trova a sud del golfo persico nella penisola araba. Dubai ha la più grande popolazione ed è il secondo più grande emirato per area dopo Abu Dhabi. Le ragazze partono alla scoperta del paese iniziando da Bastakiya, uno dei più antichi quartieri culturali della città. Poi è la volta di Down Town, dove ci sono boutique esclusive ed è un tripudio di costruzioni faraoniche. Tra queste burj khalifa, con i suoi 828 metri è l'edificio più alto al mondo. Il Burj Khalifa è il centro di un vasto complesso che si sviluppa nel centro di Dubai, che comprende, tra gli altri, il 2° albergo più alto del mondo, il Burj al-Arab, la più grande marina artificiale del mondo, la Dubai Marina, le più grandi isole artificiali (le Palm Islands, le World Islands e il Dubai Waterfront) ed il più grande centro commerciale al mondo, il Dubai Mall. All'interno ovviamente l'ascensore più alto al mondo nonché il più veloce. Pensate 160 piani in soli 40 secondi. L'hotel è stato anche teatro di un famoso film di fama mondiale ovvero mission impossible missione fantasma, dove Tom Cruise voleggiava tra i piani e le terrazze di questo favoloso hotel di lusso.
 
A Down Town le strade non sono asfaltate bensì ricoperte di piastrelle provenienti pensate un po...dall'Italia. Dubai a circa 2 milioni di abitanti e ha avuto uno sviluppo vertiginoso negli ultimi due anni.
È la volta di visitare il quartiere residenziale, ovvero Jumeirah dove si trovano hotel di lusso, sfarzo ed esclusività. Qui c'è anche la zona balneare più esclusiva e un'altro hotel extra-extra lusso il Burj Al Arab. Sicuramente lo conoscete tutti,è uno degli hotel più lussuosi del mondo, con 7 stelle. Situato sulla Jumeirah Beach, a 15 km a sud del centro di Dubai, su un'isola artificiale collegata alla terraferma da un ponte di 280 m, è caratterizzato da una particolare forma "a vela", progettata da un'équipe di architetti. Costato oltre 600 milioni di dollari, ha 202 suite che vanno dai 170 ai 700 metri quadri. La Royal Suite costa 12.000 dollari a notte. Jumeira medina beach è piena di resort lussuosi collegati da canali navigabili che danno vita a una cittadina balneare. La chiamano Venezia del Medio Oriente. È possibile navigare sui suoi canali con gli abras, ovvero i caratteristici taxi su acqua. A Jumeirah c'è anche la Talise spa e allora è tempo per le nostre bellissime ragazze di coccolarsi un pochino e trovare qualche istante di relax. Alla sera c'è l'open della McLaren e le ragazze sono invitate. Insieme a loro Lewis Hamilton il campione della formula 1. La notte a Dubai è piena di luci e colori e le ragazze si scatenano in balli e danze all'Hard Rock Cafè.
E' tempo di trasferimento per le ragazze, stessa città un altro hotel però il Meydan. Hotel extra lusso dove la Royal suite è di 800 metri quadrati. Insomma le nostre donnavventura si trattano veramente da principesse. Il ristorante del Meydan ha diverse cucine dove si possono assaporare cibi appartenenti a diversi paesi: cucina indiana, cinese, giapponese, italiana...
Sulla terrazza, che da sull'ippodromo sottostante c'è nientemeno che una piscina. Una vera e propria terrazza d'acqua che domina l'ippodromo. In mezzo alla piscina anche un bar. Pensate che l'hotel è talmente lungo e vasto che ci si muove con dei tricicli simili al Segway. È arrivato il momento di far visita alla scuderie private dell'Emiro, Mohammed bin Rashid Al Maktoum, per ammirare i suoi cavalli. All'ippodromo del Meydan si svolgono gare di cavalli con in palio il montepremi più ricco al mondo 20 milioni di euro. Alla sera è un tripudio di colori e persone che affollano l'ippodromo. Ci sono infatti spettatori da ogni parte del mondo, sono circa 60.000. Le nostre ragazze sono sempre in prima fila e l'atmosfera si surriscalda ed il clamore esplode durante la sfilata dei cavalli e fantini. Nelle prime due gare a vincere è proprio un cavallo dell'emiro. Uno di quelli che le ragazze hanno visto nel pomeriggio alla scuderia. È una serata ricca di emozioni e alle ragazze è chiesto di assistere a tutte e sette le gare.
Tra una gara e l'altra Alice ci racconta che la bandiera degli Emirati Arabi Uniti è formata da quattro colori. e rappresenta l'unione tra i diversi Emirati.
La bandiera è composta da una banda verticale rossa sul lato del pennone che rappresenta il sangue e da tre bande orizzontali, di verde (fertilità), bianco (neutralità) e nero (ricchezza petrolifera nei confini del Paese). Gli Emirati Arabi sono 7 e da poco si sono festeggiati i 40 anni dalla loro unione. Finisce qui la visita di Dubai delle ragazze che lasciano gli Emirati Arabi per andare in Oman. Questo però lo vedremo settimana prossima. Un saluto a Noemi, Sara, Stefania, Alice, Michela e alle altre Donnavventura. Alla prossima...

0 commenti: