Tour U.S.A. - Everglades

Penultima tappa del Tour. Siamo sempre in Florida, siamo negli Everglades. Il Parco nazionale delle Everglades è un'area naturale protetta degli Stati Uniti d'America che protegge la parte meridionale delle Everglades. Il parco copre 6.105 km² ed è un Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. L'unico accesso autostradale è la State Road 9336, che corre per 61 km da Florida City alla costa (Flamingo). Ad eccezione del principale centro per i visitatori e di alcune attrezzature minori, non esiste sviluppo nel parco. Noi abbiamo deciso di visitare due parchi. Uno è il Everglades Safari Park e il secondo è il Sawgrass Recreation Park. Non sono affatto pentito di averli visitati tutti e due. Sono entrambi molto belli. Non voglio stare qui a descriverveli entrambi, voglio piuttosto cercare di trasmettervi le emozioni, gli stati d'animo di quella giornata. Abbiamo fatto il tour in barca. Sicuramente tutti avrete visto scuola di polizia oppure qualche film di Bud Spencer dove si vedevano queste barche con una grossa elica dietro e il guidatore seduto in alto su un seggiolino davanti all'elica. Queste erano solamente un po più grandi in modo tale da portare una ventina di persone alla volta. Superati i primi duecento metri e portati a debita distanza dal punto di partenza, quello che avevamo davanti agli occhi era un'enorme distesa di acqua e erba.
 
Sembrava davvero di volare, e la sensazione  di vedere l'erba verde davanti è una cosa stranissima. Chissà quando si diverte quel tipo ad andare sparato e in derapata su quella distesa d'acqua sotto il sole della Florida. Ogni tanto, poi, ci si fermava in alcuni punti 'strategici' per ammirare i coccodrilli o alligatori da vicino. E quando dico vicino dico veramente vicino, alcuni passavano sotto la l'imbarcazione mentre eravamo fermi e si accostavano ad essa in cerca di qualcosa da mangiare. Fortunatamente il loro pasto non siamo stati noi... Mentre vi racconto di quelli attimi, mi è venuta in mente una cosa alquanto buffa. Prima di salire sulla barca, questo fatto è successo al sawgrass, un simpatico vecchietto ci ha messo in posa per una foto facendosi una grande risata e dicendo: 'This may be your last'. Avreste dovuto vederlo, che grosse risate che si faceva a ogni foto. Davvero in gamba e simpatico.
Finito il giro in barca, abbiamo assistito allo spettacolo con gli alligatori. Dei bestioni di qualche quintale, possenti, delle forze della natura. Il domatore, se così possiamo definirlo, è entrato nel recinto e ha iniziato a dar loro da mangiare e a spiegare le loro caratteristiche fisiche. Ha anche posto un bastoncino di legno tra le fauci dei due più grossi che al solo contatti le hanno serrate spezzando il bastoncino e producendo un rumore sordo di sottofondo. Infine ci ha presentato un coccodrillino piccolo piccolo, nato da qualche settimana con il quale abbiamo fatto la foto tenendolo in mano. Tenere tra le mani un coccodrillo anche se minuscolo è una cosa strana. Una mano appena sotto la bocca e l'altra prima dell'inizio della coda per sorreggerlo. È stata un'esperienza strana, quasi viscido nella parte inferiore del corpo e squamoso in quella superiore. Ogni parco ha poi anche uno spazio dedicato all'esposizione di alcuni animali, alligatori e coccodrilli non possono di certo mancare, ma anche serpenti, tartarughe giganti, pappagalli, lupi, pantere. La lezione appresa in questa giornata è stata la differenza tra alligatori e coccodrilli, che io sinceramente ignoravo prima di allora. I coccodrilli hanno un muso lungo e stretto, a forma di V. Questo tipo di muso è più adatto per per inghiottire pesci e mammiferi. Dal momento che i coccodrilli si nutrono afferrando e trattenendo la loro preda, possiedono denti molto affilati per strappare la carne e muscoli potenti che chiudono come ganasce e tengono chiusi. Queste ganasce possono mordere con forza immensa, di gran lunga il più forte morso di ogni altro animale animali. La forza del morso di un coccodrillo è più di 5.000 libbre per pollice quadrato. Gli alligatori invece, hanno un muso più ampio e arrotondato che ricorda la forma di una U. La maggior parte dei muscoli nella bocca dell'alligatore vengono usati per mordere ed afferrare la loro preda. I muscoli che chiudono la bocca sono estremamente potenti, e comunque i muscoli che usano per riaprirla sono relativamente deboli a confronto. Ciò fa si che un uomo adulto può tenere chiusa la bocca di un alligatore a mani nude. Al contrario io non proverei nemmeno a tenerla aperta. La forma del muso degli alligatori permette loro di schiacciare animali come le tartarughe più facilmente di un coccodrillo.
Vi lascio con un cartello davvero singolare che abbiamo trovato lungo un sentierino nello spazio dedicato agli animali di uno dei due parchi. Il passaggio non era recintato e dava direttamente sulla palude. ' Si prega di prestare estrema cautela quando ci si avvicina ai bordi del passaggio. Tutti gli alligatori che non fanno parte della nostre esibizione sono selvatici e imprevedibili. Grazie. '
Che dire, molto rassicurante!!!

E con questo vi lascio anche oggi. Spero di avervi trasmesso qualcosa di quella bellissima giornata trascorsa negli Everglades. La prossima e ultima tappa sarà Miami Beach, restate con noi.

0 commenti: